P.to Potenza Picena, Via Duca degli Abruzzi, 65
347 7500879

 

Controllare i nei

Effettuare una mappatura dei nei, o nevi, è molto importante soprattutto in alcuni soggetti, più a rischio rispetto ad altri. Può prevenire un melanoma, a tutti gli effetti un tumore della pElle.

La Dott.ssa Molinelli, specialista in dermatologia ci spiega cosa sia la mappatura dei nei e perche è tenere sotto osservazione e controllare spesso alcuni tipi di nei.
La pelle è l’organo più grande ed esteso del nostro corpo, in oltre viene a contatto con moltissimi fattori esterni come per esempio il sole. Sicuramente è bene verificare che la pelle e i nei siano in salute, valutando con un dermatologo il rischio individuale e le eventuali azioni post estate.

Più a rischio sono le persone che presentano:

  1. Numerosi nei
  2. Nei di grandi dimensioni
  3. Nei dai bordi irregolari o di forma e colore variabile

Sono tutti soggetti e che devono tenerli sotto controllo, sottoponendosi alla loro mappatura, quando la pelle non è ancora abbronzata.

IL MENALOMA

Melanoma

Il melanoma cutaneo è un tumore che deriva dalla trasformazione tumorale dei melanociti, alcune delle cellule che formano la pelle. La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo ed è formata da tre strati: l’epidermide, il derma e il tessuto sottocutaneo o grasso.
Guardare con attenzione i nei, e monitorarli nel tempo, significa capire quali potrebbero essere a rischio di trasformarsi in un melanoma, il più temuto tra i tumori cutanei, che ogni anno fa registrare in Italia 10.500 nuove diagnosi e circa 1500 decessi.È un tumore molto aggressivo e la sua incidenza è cresciuta, ma si può individuare facilmente e se trattato tempestivamente è completamente guaribile.

Mappatura dei nei

La diagnosi avviene tramite l’utilizzo del dermatoscopio, uno speciale microscopio che permette di esaminare in profondità le caratteristiche dei nei non riconoscibili a occhio nudo.
Si procede così alla loro mappatura, che permetterà di memorizzare le immagini dei nei e di verificare nelle visite successive eventuali cambiamenti di forma e colore.

L’ Alfabeto dei nei:

Qualsiasi neo, con le caratteristiche riassunte nell’acronimo ABCDE, dovrebbe essere controllato da un medico:
A Asimmetria
B Bordi irregolari e indistinti
C Colore variabile, che può comprendere sfumature bianche diverse all’interno del neo stesso
D Dimensione in aumento sia in larghezza che in spessore (diametro maggiore di 6 mm)
E Evoluzione, cambiamento del neo nel tempo.